Vai ai contenuti

Menu principale:

Pagelle e commento

.

Cremonese Parma 1-0
Le pagelle di Giuliano Bottoli

Frattali 7: primo tempo completamente inoperoso e nel secondo compie tre interventi di alta qualità; qualche imprecisione nei rinvii di piede

Mazzocchi 5: sulla sua fascia gli attaccanti si rendono pericolosi , grave la disattenzione in occasione del gol; quando si è spinto in avanti non si è reso pericoloso

Gagliolo 5: è costretto a qualche fallo di troppo e viene anche ammonito; alcuni appoggi fuori misura ed in avanti non si è visto

Scozzarella 5 mezzo: marcato stretto e col raddoppio della marcatura gioca pochi palloni; non gli riesce mai di verticalizzare l' azione.

Iacoponi 6 mezzo: al centro non si passa, bene nel gioco aereo

Di Cesare 6 mezzo: col compagno di reparto mette una diga al centro e compie anche un miracolo su tiro si Castrovilli

Insigne 5: non si è mai visto; nessun spunto degno di nota e nessuna conclusione in porta. Sembra la controfigura di due mesi fa; unica nota positiva quando ripiegava in difesa nel raddoppio sulla fascia

Munari 5 mezzo: buona prova quando deve coprire e recuperare qualche pallone, meno nel appoggiare in avanti l' azione. Dal 87° Scavone s.v.  

Calaiò 5 mezzo: mai servito sotto porta non si rende pericoloso; è costretto a giocare di sponda per i compagni. Dal 79° Ceravolo s.v.  

Dezi 5 mezzo: sufficiente in fase di interdizione, meno nella costruzione; cala vistosamente nella ripresa

Di Gaudio 5 mezzo: nella prima parte viene servito con continuità ma non riesce a finalizzare con pericolosità; suo il primo tiro in porta in avvio ripresa. Dal 68° Baraye 5: doveva essere servito in quanto fresco, ma gli servono solo due palloni di cui, in uno fa la sponda e l'altro lo perde!

Il centrocampo a tre deve correre per tutta la partita
La difesa senza il Capitano non la registra nessuno!
Stasera a Calcioducale al Dada, avremo Faggiano, Osio, Bia e Iori

Bymanso: solita partita giocata al solito modo! Non ci sarebbe molto da dire in più di quello che diciamo ormai da tempo e quindi sarebbe davvero del tutto inutile perder tempo con pensieri che ormai hanno fatto breccia di tutti i tifosi. Ma come sempre ci tocca e perciò anche se non è cosa del tutto semplice, cercherò di non essere  troppo ripetitivo.
Il Capitano è mancato e si è visto! In area nel secondo tempo sui calci da fermo il Parma andava quasi sempre in difficoltà e questo è il problema che si riscontrava in quelle famose tre partite di inizio stagione. Da ciò, non è difficile supporre che Lucarelli oltre a metterci del suo, è l' unico che è in grado di tenere i difensori a posto.
Manca lui e si soffre. Punto!

Il centrocampo a tre con due colossi come Dezi e Scozzarella e il trentacinquenne Munari, lascia ormai più che a desiderare anche se il Mister insiste su di loro.
Scozzarella ha piedi importanti, direi decisivi per questo Parma, ma se lo si obbliga a tamponare costruire e rincorrere, è poi chiaro che possa mancare in quella che è la sua specialità.

Dezi, sicuramente si impegna, ma il risultato è sotto gli occhi di tutti: non arriva mai in porta ribaltando l'azione e non da mai palloni importanti ai compagni d'attacco. Nel difendere è il più falloso della squadra e per questo dimostra che non è proprio il suo mestiere.

Munari ha un'età per cui i novanta minuti diventano una chimera e quindi è anche logico ascoltando madre natura, che dia il meglio di se nella prima e sola ora di gioco. Cala lui e cala il Parma perchè non c'è nessuno tra Scozzarella e Dezi, che possano ovviare alla mancanza di corsa del trentacinquenne.
Ecco, toccherebbe al mister provvedere a non far si che queste cose succedano, ma D'Aversa qui non ci sente e anche ieri, nonostante tutti dicessero “ormei le madur”, non ha fatto nulla per aiutare la squadra e per salvare il pareggio.
Scoppiato Dezi, scoppiato Munari e con Scozzarella vicino alla bombola d'ossigeno, ha continuato a giocare con quel 4 3 3 di cui abbiamo parlato già un milione di volte. Ha continuato appunto, senza considerare che i tre centrocampisti sono i giocatori che più degli altri debbono correre e quindi sono anche quelli che di solito subiscono più cambi nell'arco della stagione. Ops, parlavo del 4 3 3 fatto da altri mister, non quello di D' Aversa, che come ben si sa, non cambia mai il centrocampo se non costretto da infortuni.
Detto questo, l'altra domanda è : perchè Mazzocchi e non il “terzinaccio” di Borgotaro?

Stasera a “Calcioducale al Dada”sul Canale 210 del Digitale Terrestre avremo il DS Faggiano, il Sondaco Osio e il Procuratore Giovanni Bia, quindi non potremo non rivolgere a loro questi pensieri pieni di domande.
Torna ai contenuti | Torna al menu