Vai ai contenuti

Menu principale:

Commenti e Pagelle

.

    
    
Parma-Sampdoria 2-3

Parma-Sampdoria 2-3
Marcatori: 18′ pt Gervinho, 40′ pt aut. Bereszynski, 3′ st Chabot, 24′ st Quagliarella, 33′ st Bonazzoli
PARMA CALCIO 1913: Sepe, Iacoponi (cap.), Hernani Jr (18′ st Barillà), Brugman, Laurini, Kurtic (34′ st Siligardi), Caprari (18′ st Inglese), Gervinho (37′ st Karamoh), Gagliolo (34′ st Dermaku), Kulusevski, Pezzella.
A disposizione: Colombi, Regini, Kosznovszky, Balogh, Sprocati.
All.: D’Aversa
U.C. SAMPDORIA: Audero, Chabot, Ekdal, Ramirez (1′ st Bonazzoli), Depaoli (1′ st Maroni), Jankto, Thorsby, Bereszynski, Quagliarella (cap.) (46′ st Gabbiadini), Murru, Yoshida.
A disposizione: Seculin, Augello, Linetty, Colley, Askildsen, La Gumina, Tonelli, Leris, Bertolacci.
All.: Ranieri
Arbitro: Sig. Gianpaolo Calvarese di Teramo. Assistenti: Sigg. Pasquale De Meo di Foggia e Matteo Bottegoni di Terni. IV Uomo: Sig. Juan Luca Sacchi di Macerata. V.A.R.: Sig. Gianluca Manganiello di Pinerolo. A.V.A.R.: Sig. Stefano Liberti di Pisa.
Note – Calci d’angolo: 4-6. Ammoniti: Ekdal (S). Recupero: 2’pt, 5’st.

    
Le pagelle del Bottoli incazzato

Voti: Tutti otto nel primo tempo, tutti due nel secondo  

D' AVERSA DA RAGIONE AL MANSO
FORMAZIONE FATTA DAL MERCATO (FUTURO)
D'AVERSA SCARICA FAGGIANO?
GIOCATORI? QUANTI SONO GLI ARRABBIATI

ByManso - D' Aversa: “Le attenuanti devono finire, perché altrimenti è sempre colpa degli altri. La colpa è nostra che dobbiamo stare più attenti. La Sampdoria ha fatto il secondo tempo, ha fatto un gol più di noi in un tempo, noi abbiamo avuto diverse occasioni per fare il terzo gol ma non è andata bene e dopo paghi dazio. Chi non c’è viene sostituito degnamente da chi gioca e chi non gioca spesso deve farsi trovare pronto per dimostrare che io, il Mister, la Società abbiamo sbagliato forse qualche volta nelle scelte“.

“Queste partite fanno pensare tanto, anche per capire cosa si deve fare migliorare la squadra in futuro. E’ normale che valutiamo tutto ma valuto pure me stesso nel mio lavoro come il Mister valuta sé stesso. Cerchiamo sempre di essere uniti e coesi ma quando le cose non vanno bene dobbiamo farci un esame di coscienza. Adesso io e la mia squadra non siamo contenti, perché stiamo regalando tanto e prima non accadeva, prima portavamo a casa il risultato positivo. Ne è la prova il fatto che abbiamo quaranta punti“.

“Più che per le prestazioni, chiedo scusa per i risultati. Tolto il secondo tempo di oggi e qualche disattenzione avuta con il Milan o il primo tempo della partita con il Bologna o con la Fiorentina, nelle altre gare non me la sento di colpevolizzare nessuno neanche me stesso. Per i risultati sì che chiedo scusa, è normale, perché non fanno piacere a nessuno dopo tutto quello che di buono avevamo fatto: buttarlo al vento nelle ultime 7-8 partite mi dispiace“.


Il trucco sta tutto nelle dichiarazioni del Mister, che come al solito spara qualche mnchiata di troppo (prestazioni?..ma in dova?!?!?), ma come notato da questo piccolo sito già due mesi fa, ha ammesso che chi va in campo non lo decide lui, ma lo decide la Società che deve convincersi sul valore di certi giocatori (“anche per capire cosa si deve fare per migliorare la squadra in futuro”)
Dai su, deve dare minuti per aumentarne il valore in vista della loro cessione, perchè se dopo un anno, non hanno ancora capito che non sono da Serie A, le mei chi pianton lì ed fer Calcio.
E si, il Mister scarica il punto in sette partite sulla Società, cioè su Faggiano e Faggiano chiede scusa ai tifosi per i risultati?
A ghe quel ca struza!  

Risultati? A bhe, caro DS, il come si è giocato non conta? E no, quello non conta, perchè se fai schifo e meriti di perdere e ti attacchi all'errore arbitrale, dimostri che hai 'na boleta in ti mudant..ecco, “la bolletta”.

Come stanno le cose l'abbiamo appunto “letto” e dichiarato su queste pagine, quando ci siam accorti che al Parma non fregava nulla della Coppa o almeno di tentare di arrivare in Coppa.  
Visto l'andazzo del Campionato e i risultati delle altre coinvolte, forse hanno avuto ragione; e tra una Coppa che forse non c'era e un gruzzoletto per la “valorizzazione “ delle riserve, si è scelto di andare sul monetizzare il sicuro.
Poi, che più li si faccia giocare, più questi possano diminuire la loro valutazione, è una valutazione tuta nostra, ma si vede che Faggiano, che conosce magari meglio di noi gli uomini mercato, è convinto che qualche allocco, nonostante il facile uso dei filmati, in giro ci sia ancora.  

Che poi il Mister ci metta del suo è indubbio, perchè se hai la fortuna o la bravura di mettere sotto una squadra per tutto un tempo e nel secondo ne diventi il pugiball, allora nell'intervallo qualche cosa devi aver detto di sbagliato.
 
“Ragazzi continuiamo così” o “Ragazzi, adesso è prevedibile la loro reazione e quindi aspettiamoli e colpiamoli in contropiede”; ahahhaha..io non avrei dubbi di quel che ha detto D' Aversa!

Comunque per una volta, mi va di difenderlo, perchè seguendo le indicazioni della Società, ha dimostrato di essere un aziendalista. Certo se un mister è aziendalista, alla fine fa la figura dell' impiegato e quindi non so quanto lo spogliatoi di una squadra di calcio, possa accettare una figura così. O lo so?

Se gioca il gramo e sta in panchina il buono, poi a lungo andare il buono si incazza; e se i buoni alla fine della fola diventano quattro o cinque, hai quattro o cinque incazzati che ti fan la guerra (“ per dimostrare che io, il Mister, la Società abbiamo sbagliato forse qualche volta nelle scelte“)

E senza gruppo e senza intenti comuni, a balo as perda.  
To là, che scoperta costa chi!



Torna ai contenuti | Torna al menu