Vai ai contenuti

Menu principale:

Pagelle e commento

.


ATALANTA PARMA 3-0

Marcatori: 9′ st aut. Gagliolo, 27′ st Palomino, 34′ st Mancini.

ATALANTA B.C.:  Berisha, Toloi, Palomino, Gosens, Gomez (cap.) (38′ st Rigoni), Freuler (38′ st Pasalic), De Roon, Mancini, Hateboer, Ilicic, Barrow (20′ st Zapata).
A disposizione: Gollini, Rossi, Valzania, Bettella, Djimsiti, Castagne, Pessina, Ali Adnan.
All.: Gasperini.

PARMA CALCIO 1913: Sepe, Iacoponi, Stulac (36′ st Scozzarella), Ceravolo, Barillà (30′ st Ciciretti), Gobbi, B. Alves (cap.), Siligardi (23′ st Di Gaudio), Gervinho, Gagliolo, Rigoni.
A disposizione: Frattali, Bagheria, Deiola, Gazzola, Biabiany, Sprocati, Bastoni.
All.: D’Aversa

Arbitro: Sig. Rosario Abisso di Palermo. Assistenti: Sigg. Rodolfo Di Vuolo di Castellammare di Stabia e Antonino Santoro di Catania. IV Uomo: Sig. Lorenzo Illuzzi di Molfetta. V.A.R: Sig. Maurizio Mariani di Aprilia. A.V.A.R.: Sig. Mauro Vivenzi di Brescia.

Note – Calci d’angolo: 6-6. Ammoniti: Barillà (P), Gagliolo (P). Recupero: 0’pt, 5’st. Spettatori: 18.152.


LE PAGELLE DI GIULIANO BOTTOLI

Sepe 7: senza dubbio il migliore dei crociati; alcuni suoi interventi hanno evitato un passivo più elevato.

Iacoponi 5: spesso in difficoltà nella fase difensiva e poco preciso nelle poche incursioni in avanti

Gobbi 5 mezzo: meglio nella fase difensiva, poco lucido quando si è spinto in avanti

Stulac 5: in difficoltà a ricucire il gioco; meglio quando doveva tamponare. Dal 80° Scozzarella s.v.

Gagliolo 5: le scorie negative del rigore provocato contro la Lazio gli tolgono la tranquillità nelle giocate e commette un altro errore in occasione del vantaggio dei padroni di casa

Bruno Alves 6: il migliore della difesa, gioca sempre con grande esperienza e lucidità

Siligardi 6 mezzo: in avanti è l' unico a creare qualche problema ai difensori; buone anche alcune sue conclusioni  e forse viene sostituito immeritatamente. Dal 68° Di Gaudio 5:  non riesce ad essere  pericoloso in nessun frangente

Rigoni 5: nella prima parte riesce a tamponare le incursioni avversarie, ma nella seconda viene sovrastato in lungo e in alto!

Ceravolo 5 mezzo: partita difficile per le sue caratteristiche; non riesce a fare salire la squadra e  una sola conclusione importante su un colpo di tacco .

Barillà 6: sempre positivo ma meno brillante delle ultime prestazioni; prende una ammonizione che gli costerà la squalifica. Dal 76° Ciciretti s.v.

Gervinho 5: una condizione fisica precaria lo condiziona e quindi non gli riesce nessuna giocata positiva;  praticamente non è entrato  nella gara

Atalanta: Berisha 6 , Toloi 6 , Palomino 7 , Mancini 7 , De Roon 6 , Hateboer 5 mezzo , Freuler  6  (dal 85° Pasalic s.v. ), Gosens 5 mezzo , Gomez 5 mezzo  (dal 85° Rigoni s.v. ), Barrow 5 mezzo (dal 65° Zapata 6 mezzo) ,Ilicic 7

A ghe poch da dir e ancora meno da fer!
Ve belo, a sema in Serie A! Tut i vedon!
Gnanca Bargnocla al ciapeva tanti scopli!
Buia Gazzola-D'Aversa? Dai su, finitela lì!

Bymanso - Il Parma è questo e come abbiam sempre detto così sarà!
Una squadra che può giocare solo di rimessa, perchè quando si allunga dimostra tutti i suoi limiti.

Poi detto questo, fa un po' senso sentire “ abbiamo giocato per un'ora al pari dell' Atalanta”. Ma D' Aversa è questo, quindi non ci dovrebbe sorprende vederlo davanti ai microfoni a dire cose così. Quello che ci sorprende però, che lo faccia anche quest'anno, davanti a tutto il mondo senza che nessuno gli dica: “ ve belo, a sema in Serie A, e certi così an tia pol miga dir!”

Che sia TV Parma a cercare di addolcire pillole amare come quelle di Bergamo, ci può anche stare. Han da render conto alla storica loro informazione dello stravolgere il vedere comune, e però, loro, mica li vedono in mondo visione. Loro son servili partigiani, che se ormai non son fuori completamente dal mondo, rimangono comunque, ai confini della realtà informativa locale. Punto!

Chiedo, ma è tanto difficile dire, noi siam questi?
E' tanto difficile ammettere la superiorità dell'avversario sia nelle occasioni che nel gioco?

Vedi Mister, se dopo Bergamo, dici, abbiam perso contro una squadra tecnicamente superiore che ha dimostrato tutte le sue qualità, passi per uno che capisce di calcio; se dici,abbiam giocato alla pari per un'ora, passi per uno che non capisce nulla di calcio.

E per un mister, conta assai, capirne e dimostrare di capirne! La fortuna può girare, mentre il capirne rimane!

I numeri son stati impietosi anche ieri e sappiamo tutti che li saranno per sempre. Ma ai numerini delle singole partite, cominciano ad aggiungersi anche i numeri delle statistiche che descrivono il gioco di una squadra, quindi le palle si incatenano inesorabilmente al pettine!

Squadra che ha fatto meno tiri in porta; squadra che ha subito più tiri verso la porta; squadra che ha più parate all'attivo; squadra che ha il miglior rendimento tra tiri e gol; squadra con il minor possesso palla. Potremmo continuare ancora, con la descrizione delle statistiche negative e che se positive, descrivono la pochezza tecnico tattica del Parma attuale.

Una pochezza quella tecnico/tattica che però non è supportata alla mancanza di corsa, poiché il Parma è tra le prime cinque squadre a chilometri percorsi. Corriamo con la palla o corriamo dietro agli avversari? Domanda retorica per chi ha visto anche solo un paio di partite!

Poi che dire dei cambi? Bhe, D' Aversa anche qui non è una sorpresa, li sbaglia costantemente da quando è arrivato, quindi perchè sorprenderci? Certo, se usasse il sorteggio con i bussolotti, magari uno su tre, avrebbe anche la fortuna di centrarlo.

Il Parma è scarso in campo aperto, e son convinto che non possa permettersi di giocare in maniera molto diversa dall'attuale.
Il Parma quando cerca di andare a giocare nella metà campo avversaria, subisce l'inenarrabile, e al ciapa pu' scopli ed coli c'al ciapa ed solit Bargnocla.

Tutto vero e tutto sacrosanto, ma se si sbagliano i cambi, se si sbaglia anche la formazione e se si ha la vergogna di mandare in campo una squadra da vero combattimento, allora le magagne vengono al pettine.
Pretendere che ogni tuo tiro sia un gol, non è calcio, è pura fantasia. E se per caso, non fosse pura fantasia, allora le partite finirebbero 20 a 5 per gli altri e il Parma avrebbe zero punti in classifica.

L' Atalanta, nonostante in difesa non sia ancora quella dello scorso campionato, ci ha letteralmente massacrato, su ogni numerino e soprattutto sul gioco, ma è indubbio che se fossimo stati nel periodo di “tanto culo - tanti punti”, forse avremmo anche vinto, come si è vinto a San Siro e a Marassi. Kulowic docet!

Finito culo finiti punti? Bhe nel calcio, questa è una legge scritta che tutti conoscono, ma credo proprio che con l'attacco che abbiamo, non avremo difficoltà a salvarci, se non penseremo che i risultati ci siano dovuti.

Il merito come la fortuna, alla lunga vuol la sua parte, e quindi dobbiamo pensare di meritarceli 'sti benedetti risultati.

D' Aversa ha il merito di aver capito che con questa rosa, non può che badare al sodo, questo è innegabile e soprattutto condivisibile, ma deve completare il ragionamento, perchè per ora è fermo a metà! Giusta la tattica, sbagliati gli interpreti e il loro impiego!

Stulac non è giocatore adatto alla battaglia, e soprattutto non sa imbeccare con continuità i due/tre attaccanti al momento giusto e come se non bastasse non è certamente uno che ruba tanti palloni. Anzi, direi che è più propenso a perderli che a conquistarli. E che dire dei tanti tiri che si subiscono da appena fuori area? Non è, che il filtro in quella posizione non funziona? Poi ha un bel piedino ed è elegante, ma questo, basta per una squadra che non ha quasi mai il pallone tra i piedi? Forse basta per le partite in cui bisogna fare un minimo di gioco, ma in quelle dove si prevede di dover sudare sette camice, può risultare un pesce fuor d'acqua. E ieri a Bergamo di acqua ce n'era davvero molta! A bocce ferme, am scapa dit, che forsi a ghn' era  tropa!

Ceravolo? E' Giocatore non da tiro e non da trotto. Non sa far salire la squadra e non ha la velocità per far male negli spazi. A questo punto non è meglio qualcuno che ha passo? Se poi sbaglia, nessun problema, perchè Ceravolo, nemmeno ci arriva a sbagliare, lo stoppano prima.

Gazzola? Che dire? Le voci parlano di un litigio tra il mister e il giocatore e queste son cose che succedono; ma davvero questo Parma non ha bisogno dell' esperienza del giocatore parmigiano? Davvero Gazzola a Bergamo o con la Lazio non sarebbe servito?

La messa in un angolo di Barillà e di Silingardi dello scorso campionato (li volevano anche cedere) non ha insegnato davvero nulla sulla qualità delle idee del Mister?

Dai su, fi un sforz! Tutti abbiam bisogno di tutti!



CRONACA DELLA PARTITA
STATISTICHE
ATALANTA  PARMA  3-0
89'
 
Poteva essere gol. Josip Ilicic (Atalanta) spara un missile ma colpisce solo la traversa. Il portiere para con lo sguardo.
83'
 
Gian Piero Gasperini ha deciso di cambiare. Emiliano Rigoni (Atalanta) sostituirà Alejandro Gomez.
83'
 
Remo Freuler sarà sostituito da Mario Pasalic (Atalanta).
81'
 
E' arrivato il momento del cambio. Matteo Scozzarella (Parma) dentro per Leo Stulac.
80'
 
Gianluca Mancini (Atalanta) raccoglie il pallone rimpallato in area dopo un cross e batte il portiere con una rasoiata centrale. Davvero un bel gol!
75'
 
Antonino Barilla scende e Amato Ciciretti (Parma) sale al suo posto.
75'
 
Arriva il verdetto del VAR, nessuna infrazione, il gol è valido!
75'
 
L'arbitro Rosario Abisso fa il chiaro segno del VAR, vuole rivedere l'azione del gol. Vediamo cosa succede!
72'
 
Gol! Gianluca Mancini mette la palla nei piedi di Jose Palomino (Atalanta) che, a porta vuota, non ha problemi a segnare. 2:0.
68'
 
Ecco un cambio. Luca Siligardi non ci farà vedere nient'altro, sale Antonio Di Gaudio (Parma).
65'
 
Gian Piero Gasperini prepara il cambio. Musa Barrow sarà rimpiazzato da Duvan Zapata (Atalanta).
61'
 
Fischio dell'arbitro e Riccardo Gagliolo (Parma) viene ammonito per l'infrazione commessa.
60'
 
Luca Siligardi (Parma) lascia partire un missile spettacolare verso la destra della porta ma il portiere respinge questo tentativo con un parata stupenda.
59'
 
Musa Barrow (Atalanta) tira forte dal limite dell'area ma il suo tentativo si spegne qualche centimetro oltre il palo destro. Il pallone esce dal rettangolo di gioco, sarà rimessa dal fondo per Parma.
55'
 
Riccardo Gagliolo (Parma) ha segnato un autogol! Il pallone è alle spalle del suo portiere in questo momento.
46'
 
Il secondo tempo è appena cominciato.
45+1'
 
Rosario Abisso col suo fischio ha messo fine alla prima frazione.
32'
 
Splendida parata di Luigi Sepe sul colpo di testa da distanza ravvicinata di Musa Barrow (Atalanta). Pallone colpito centralmente che non supera l'estremo difensore.
25'
 
Antonino Barilla (Parma) è andato vicino al gol con questo potente tiro, il pallone è però uscito di un soffio sulla sinistra. Il pallone esce dal rettangolo di gioco, sarà rimessa dal fondo per Atalanta.
23'
 
Rosario Abisso mostra il giallo a Antonino Barilla (Parma) per il suo fallo plateale.
17'
 
Alejandro Gomez (Atalanta) prova il tiro dal limite. Il pallone termina appena largo oltre il palo sinistro. La palla è oltre la linea di fondo campo, Parma rimetterà dal fondo.
Torna ai contenuti | Torna al menu