Vai ai contenuti

Menu principale:

Pagelle e commento

.


PARMA - INTER 0-1

LE PAGELLE DI GIULIANO BOTTOLI

Sepe 6 mezzo: due parate con due uscite alte che hanno tenuto a galla la gara fino al gol di Martinez .
    

Iacoponi 5 mezzo: sufficiente nella prima parte, cala vistosamente nella seconda; nulle può con la freschezza di Martinez in occasione del gol

Gagliolo 5: in difficoltà nelle chiusure, è anche impreciso nelle uscite e negli appoggi  

Scozzarella 6: bene nel ricucire il gioco nella prima parte cala nella seconda, quando l' Inter ci ha chiuso il gioco offensivo. Dal 76° Stulac S.V.  

Bastoni 6 mezzo: se Icardi non si rende mai pericoloso tanto merito è suo. La personalità e la tranquillità anche nell' impostare, ormai non ci meraviglia più.  

Bruno Alves 6: grande lottatore, buono nel gioco aereo e nelle chiusure centrali; ci prova giocando gli ultimi minuti anche in avanti  

Siligardi 5 mezzo: non ripete la gara di Torino; è poco nel vivo del gioco nella prima parte, poi viene  sostituito. Dal 57° Biabiany 5 mezzo: entra nel momento di sofferenza e non riesce a cambiare la gara.  

Kucka 5 mezzo: una gara perfetta fino al vantaggio dell' Inter di cui è complice. Dal 82° Sprocati S.V. .  

Inglese 5 mezzo: ha poche possibilità per rendersi pericoloso perchè chiuso bene dai centrali interisti  

Barillà 5 mezzo: grande lottatore ma qualche imprecisione negli appoggi fatica nella seconda parte del secondo tempo .

Gervinho 6 mezzo: unico a rendersi pericoloso sotto porta; colpisce una traversa che poteva cambiare la gara.


Senza ..... non si fa risultato. Punto
Mei pareger con la Juve, che con l' Inter!
Colpa solo di Kucka? Dai Mister, lesa lì!
Perchè des minut si, e tuta la partida no?

Bymanso - Poco da dire su questa sconfitta, perchè volenti o nolenti, il Parma senza una buona dose di culo, non può far risultato contro nessuno. No dai, scherzo!
O non scherzo?

Dipende da che punto di vista si guarda la partita. E basterebbe leggere le cronache e i commenti che provengono dai media delle varie controparti, per rendersi conto, che il mondo non è contenuto tra l' Enza e lo Stirone!
E si, c'è anche dell'altro fuori da questi confini!

Il pareggio del tutto immeritato contro la Juve è stato frutto di una buona dose di fortuna, e la sconfitta contro l' Inter, seppur in complesso meritata, è però frutto di una buona dose di sfortuna.
“Ce” ne veniamo a capo? Impossibile direi!
Però, possibile o impossibile, il bruciore bianconero, generato dal pareggio di Torino, è impagabile e non lo si baratta con nessun altro risultato. Nemmeno con un pareggio con l' Inter al Tardini.
Certo pareggiarle entrambe, sarebbe stato il massimo, ma ricordiamoci che chi troppo vuole, di solito, nulla stringe, e la regola vale anche nel calcio.  

Il Parma, con una rosa che tutta insieme, costa come un solo qualsiasi giocatore di Juve o Inter, deve baciarsi i gomiti, per come ha tenuto il campo e per quello che ha portato a casa in queste due partite.  
Pensare che i soldi non contino, è pensare sbagliato! E' sbagliato in tutti gli sport, ma è un po' meno sbagliato nel calcio, visto che la Juve vale 750 milioni di euro, e l'Inter ne vale circa 500, di milioni!!   
Le partite da giocare del Parma son ben altre, e chi non lo vuole vedere, ha davvero dei problemi di comprendonio calcistico importanti.
Non c'è partita contro queste squadre, e se c'è, l'unica cosa che possiamo mettere in campo è la tanta  solita buona sorte, oltre all'impegno e alla fame!
Appigliarsi agli errori individuali per i gol subiti, non fa bene a nessuno, ne al giocatore accusato, ne all'accusatore, visto che se quel giocatore era in campo, la colpa è di chi lo ha messo; o ancor peggio, di chi non l'ha tolto, quando era ben chiaro a tutto lo stadio che non ne aveva più.  
Scaricare il barile a va anca be, ma esagerer è cosa che non ci sta, quando si ha il culetto sporco.  
Analizziamo il gol come dovrebbe fare un mister o un osservatore?
Dai, proviamoci.  
Tutto parte dall'errore a centrocampo di Kucka, che, dopo aver ricevuto un passaggio "da nemico", è stato attaccato fisicamente e che ha avuto il torto di lasciarsi andare a terra. Ma poi?
Bhe, la difesa era piazzata, e la superiorità numerica non c'era! La differenza l'ha fatta il taglio di Martinez, che è stato seguito in mezzo all'area da Iacoponi, mentre Bruno Alvez si era fermato al limite.  

Ecco Mister, provi a guardare l'azione e fissi lo sguardo al posizionamento della difesa al limite dell'area. Poi faccia scorrere l'immagine a Martinez e Iacoponi; qui vedrà, che se Iacoponi  si fosse  fermato in linea con i suoi compagni, Martinez sarebbe finito in fuorigioco, come, secondo le intenzioni di Bruno Alvez, c'era finito Icardi! Guarda le immagini qui!

Certo, per fare quella mossa, bisogna essere abituati a giocare con la linea difensifa, che si muove in contemporanea. Cosa questa del tutto sconosciuta ai difensori del Parma, che sanno difendere sempre e comunque facendo mucchio tra la linea di porta e il dischetto del rigore.

Poi, sempre continuando nell' analisi, che dire del tiro di Martinez? Era imparabile? Bhe dai su, era centrale e se Sepe fosse stato in piedi e fermo, gli avrebbe picchiato sul muso!  
Mister, giocare al fanta-errore o all'errore vero, per giustificare una sconfitta, che per quanto fatto vedere durante tutta la gara è  abbastanza meritata, è un'operazione pericolosa, perchè poi c'è sempre qualcuno che si cimenta a giudicare il giudicante.

Chi ha giocato anche solo con le nespole, sa benissimo, che quando sei sotto pressione per novanta minuti, rischi sempre di poter sbagliare anche la palla più semplice. La questione mentale è si importante, ma se la palla l'hanno sempre gli altri, diventa dura e l'unica cosa che ti potrebbe difendere, è avere giocatori con occhi davanti, dietro, di fianco, sotto e sopra!  
Ecco Mister, il giocatore con tutti questi occhi, ti assicuro che ancora non lo hanno inventato, e quindi, non provare a dare la colpa al DS San Faggiano per non avertelo preso a gennaio.  
Mister, pochi bali, al ne ghé migaaa!!!!  

Però, ci son anche i però su tutti questi discorsi “disfattisti”. Il Parma con l' Inter ha iniziato nello stesso modo di sempre (dieci minuti pressando alta), e come spesso succede proprio in quei dieci minuti abitudinari, ha sorpreso gli avversari andando anche vicino al gol.  

La tattica tanto redditizia (alcune volte si è anche segnato) è però solo dimostrativa, perchè appare strano, che venga attuata solo ad inizio partita e solo ad inizio secondo tempo.  

La domanda quindi è da togliere da sotto il tappeto e da mettere sul tavolo:

Mister, quando vedremo il Parma giocare per tutta una partita, come fa di prassi da sempre nei primi minuti?  
Traduco la domanda per i frequentatori dei Circoli : perchè, des minut si, e tuta la partida no?



CRONACA DELLA PARTITA
STATISTICHE
PARMA   INTER  0-1
90+6'
 
Questo è tutto, non succederà nient'altro. La partita è finita.
90+3'
 
Forze nuove in arrivo con Cedric Soares (Inter) pronto ad entrare per Mauro Icardi.
90+3'
 
Roberto Inglese (Parma) per poco non segna su questo cross arrivato in area. Dopo un bel controllo ha calciato centralmente. Samir Handanovic si è dovuto superare per tenere la palla fuori dalla porta.
89'
 
Jonathan Biabiany (Parma) dopo un brutto contrasto riceve il giallo. L'arbitro non ha avuto dubbi.
88'
 
L'arbitro segnala il cambio. Roberto Gagliardini (Inter) viene inserito al posto di Radja Nainggolan.
85'
 
Cartellino giallo! Se l'è proprio andata a cercare Radja Nainggolan (Inter). Massimiliano Irrati lo ammonisce.
85'
 
Che occasione! Marcelo Brozovic (Inter) riceve un gran passaggio sul limite dell'area e calcia con decisione ma la palla sbatte sul palo destro.
85'
 
Che occasione da gol! Matias Vecino (Inter) effettua una buona corsa in area, raccoglie un cross e spara la palla verso la porta, il tiro è però bloccato da un avversario con una scivolata sorprendente.
84'
 
Il mister ordina un cambio: Mattia Sprocati (Parma) al posto di Juraj Kucka.
79'
 
Radja Nainggolan gioca palla a Lautaro Martinez (Inter) che con rapidità controlla il passaggio e segna calciando sotto la traversa! Il portiere non ci è arrivato. 0:1!
77'
 
Matteo Scozzarella esce dal campo, sarà Leo Stulac (Parma) a sostituirlo.
77'
 
Il mister ha deciso di togliere Joao Mario e di buttare nella mischia Lautaro Martinez (Inter).
62'
 
Che occasione! Dopo la punizione Mauro Icardi (Inter) vince il pallone in area e da qui lascia partire un tiro preciso che esce di un soffio sulla sinistra!
61'
 
Massimiliano Irrati ha in mano il giallo per Riccardo Gagliolo (Parma) vista la brutta entrata.
58'
 
E' ora di una sostituzione. Luca Siligardi sarà rimpiazzato da Jonathan Biabiany (Parma).
56'
 
Inter può smettere di esultare, l'arbitro ha annullato il gol dopo aver visto un fallo di mano grazie all'aiuto del VAR!
55'
 
Attenzione! L'arbitro Massimiliano Irrati ha indicato che andrà al VAR per valutare il gol del Inter. Sospetto fallo di mano.
54'
 
Danilo D'Ambrosio (Inter) ha infilato il pallone alle spalle del portiere!
49'
 
Mauro Icardi (Inter) salta bene verso il cross ma il suo colpo di testa finisce fuori di un soffio sulla sinistra.
48'
 
Radja Nainggolan (Inter) aggancia un preciso passaggio e solo davanti al portiere lascia partire il tiro sverso il centro. Luigi Sepe è attento però e riesce a parare facilmente.
46'
 
L'arbitro fischia per l'inizio del secondo tempo della partita.
45+1'
 
La partita ha finito il suo primo tempo.
37'
 
Questo fallo merita un cartellino! Massimiliano Irrati mostra il giallo al colpevole, Matias Vecino (Inter).
22'
 
Gervinho (Parma) si incunea con facilità nella difesa avversaria e arriva di fronte alla porta. Prova quindi a battere il portiere ma il tiro si infrange sulla traversa.
5'
 
Juraj Kucka (Parma) è stato il più veloce a posizionarsi dentro l’area di rigore e svetta per impattare un cross da calcio d’angolo. Sbaglia a direzionare la palla verso la rete poiché sfila di poco oltre il palo sinistro.
Torna ai contenuti | Torna al menu