Vai ai contenuti

Menu principale:

Commenti e Pagelle

.

    
Parma-Fiorentina 1-2

Marcatori: 19′ pt Pulgar (rig.), 31′ pt Pulgar (rig.), 5′ st Kucka (rig.)

PARMA CALCIO 1913: Sepe, Iacoponi, Karamoh (1′ st Cornelius), Brugman (29′ st Grassi), Kurtic, B. Alves (cap.), Gervinho (40′ st Sprocati), Gagliolo (29′ st Pezzella), Kucka, Darmian, Kulusevski (37′ st Siligardi).
A disposizione: Colombi, Dermaku, Regini, Laurini, Barillà, Caprari, Scozzarella.
All.: D’Aversa

ACF FIORENTINA: Terracciano, Igor, Milenkovic, Ribéry (21′ st Chiesa), Pezzella (cap.), Venuti (1′ st Lirola), Benassi (48′ st Castrovilli), Dalbert (41′ st Sottil), Cutrone (41′ st Ceccherini), Pulgar, Duncan.
A disposizione: Dragowski, Badelj, Kouame, Ghezzal, Agudelo, Caceres, Terzic.
All.: Iachini

Arbitro: Sig. Rosario Abisso di Palermo. Assistenti: Sigg. Rodolfo Di Vuolo di Castellammare di Stabia e Damiano Di Iorio di Vco. IV Uomo: Sig. Livio Marinelli di Tivoli. V.A.R.: Sig. Daniele Doveri di Roma 1. A.V.A.R.: Sig. Matteo Passeri di Gubbio.

Note – Calci d’angolo: 3-0. Ammoniti: Venuti (F), Brugman (P), Kulusevski (P), Kucka (P), Pezzella (F), Igor (F), Milenkovic (F), Cutrone (F), Kurtic (P), Sottil (F). Recupero: 5’pt, 7’st.

LE PAGELLE DI GIULIANO BOTTOLI

Sepe 6 mezzo: pronti via, devia sulla traversa un tiro velonoso di Veluti; nulla può sui rigoried evita nel finale un maggior numero di reti al passivo.

Darmian 5: va in difficoltà su Ribery e commette un mani in area che provoca il rigore; impreciso quando viene chiamato all' impostazione.

Gagliolo 5: gara con tanti errori ad inizio gara; commette un fallo in area che  costa il rigore e l'unica occasione della prima parte avuta dai crociati, la fallisce malamente. Dal 73' Pezzella 6: pochi minuti ma buon approccio alla gara; buone incursioni e otiimi cross in area.

Brugman di 5: non riesce a dare ordine ed è sempre in ritardo; fa passaggi laterali senza mai dare profondità. Dal 73'Grassi 6: discreto rientro.

Iacoponi 6: al centro su Cutrone opera con precisione; si spinge in avanti ma non gli riesce di finalizzare.

B. Alves 6 e mezzo: insuperabile nel gioco aereo e fa diagonali tempestive; sfiora il pareggio su punizione.

Gervinho 5: chi l' ha visto nel primo tempo? Nel secondo, una conclusione parata e niente più. Dal 86' Sprocati S. V.).

Kucka 6: nel primo tempo abulico e impreciso, meglio nel secondo con buone incursioni in area,;trasforma il rigore che riapre la partita.

Karamoh 4 mezzo: mai entrato nella gara, ma non per colpe tutte sue. Dal 46' Cornelius 6: da vigore e fisicità; lotta su tutti i palloni e fallisce una buona occasione.

Kurtic 5 mezzo:nel primo tempo non si vede; meglio nel secondo.

Kulusevski 6: si batte su ogni pallone ma commette qualche errore di misura; non riesce finalizzare l'azione per come ci ha abituati. Dal 81' Siligardi S. V..


LA NATURA ODIA IL VUOTO
1° TEMPO GIOCATO IN NOVE
SOLITI CAMBI SBAGLIATI?
LA FOLA E' INFINITA?

ByManso - La natura odia il vuoto e quindi qualcuno lo deve riempire 'sto vuoto; e nel calcio funziona più o meno nello stesso modo, ma ci vuole qualcuno che prenda il posto della natura. A chi tocca far la natura lo sappiamo poi bene, perchè è sempre e solo il mister che manda in campo coloro preposti per riempirli 'sti vuoti.

Ieri nel primo tempo, abbiamo assistito ad una violenza a questa legge della natura poichè i vuoti lasciati liberi dal centravanti e dal regista, son stati riempiti da due belle statuine, che se hanno riempito le maglie, non hanno certamente riempito quello che nel calcio si definisce ruolo.

Senza voler togliere a Karamou quello che è di Karamoh, si può solo dire che il ragazzino è tutto tranne che un centravanti e che tra tutti gli attaccanti, sia per caratteristiche che per esperienza, quel ruolo proprio non gli appartiene. E se non gli appartiene il ruolo, il vuoto di cui sopra, non lo può proprio riempire. Lo vogliamo proprio rovinare?

Di Brugman, abbiam parlato (male) fin dalle sue prime uscite in questo campionato e il fatto che poi sia stato messo da parte in quei mesi in cui i crociati han conquistato il bottino di punti che li ha portati ad occupare il settimo posto (utile per entrare in Coppa), rimane un fatto inconfutabile.
Quindi? Bhe giocare in nove non è che sia il massimo, ma non è neanche una novità da quando si gioca il Torneo Covid 19.

Quello che fa strano è che tutte le squadre che lottano per raggiungere un obbiettivo alla loro portata, han sempre mandato in campo le formazioni migliori, mentre il Parma ha fatto solo esperimenti. Perchè li abbia fatti gli esperimenti, ormai lo abbiamo gridato ai quattro venti e quindi la presa, l' afferri qualcun altro, che qui ci saremmo anche stufati.

Aggiungiamo che per lunghi tratti del primo tempo abbiamo, seppur in svantaggio, subito supinamente la Fiorentina? Ma si dai, aggiungere o togliere questi argomenti non cambia nulla della brutta fola a cui abbiamo tutti assistito.

Parliamo anche dei gol del Parma? Bene, nel primo tempo il Mister ha rinnegato quello che ha predicato in questi anni e ha tenuto in panca il centravanti tipo; che tra l'altro è anche il capocannoniere del Parma con undici gol e se il Parma ne ha fatti 40, vuol dire che lui ne ha siglati il 25%.

Poi ci si può attaccare all'arbitraggio fin che si vuole, ma anche i cambi negli ultimi minuti, quelli effettuati durante la maggior pressione del Parma, son stati cambi da cine. Tolgli Kulusewky e Togli Gervinho?

Dai su, i due insieme han segnato 13 gol che son quasi il 30% dei gol segnati sempre dal Parma (40);
Kulusevky con una mezza gamba e con la bombola dell'ossigeno, vale più di qualsiasi altro cambio e toglierlo da questo Parma è un insulto bello e buono al CALCIO.
Per poi mettere chi? Gente che non ha mai giocato in tutto il campionato?

Va bhe, non aggiungiamo altro e teniamoci la fola come se fosse solo una semplice fola, perchè a sentire certe interviste, può diventare la fola infinita.
O la è già, infinita?!?




Torna ai contenuti | Torna al menu