Vai ai contenuti

Menu principale:

Pagelle e commento

.

Foggia Parma 0-3
Le pagelle di Giuliano Bottoli

Frattali 6 mezzo: nessuna parata importante, ma da sicurezza a tutto il reparto difensivo.

Mazzocchi 6 mezzo: una bella prestazione sicura e tempestiva sull' attaccante; si spinge anche in avanti con profitto. Dal 87° Germoni s.v.

Gagliolo 7: preciso e sicuro nella fase difensiva. Dalla sua parte nessuno passa e alla prima occasione su calcio da fermo si inserisce coi tempi giusti e segna il gol del vantaggio. Qualche imprecisione in fase di appoggio.

Scozzarella 7 mezzo: una prestazione da incorniciare , prende in mano il gioco e distribuisce palloni con precisione ed è sicuro nei ripiegamenti. Suo l' assist su calcio da fermo per il gol del vantaggio. Dal 83° Corapi s. v.

Iacoponi 7: buoni anticipi e chiusure; insuperabile nel gioco aereo

Lucarelli 7: altra partita da mettere in bacheca per precisione e sicurezza

Insigne 7 mezzo: un gol di pregevole fattura , tiri in porta  e sponde per i compagni. La miglior partita in maglia crociata .

Munari 6 mezzo: sempre nel vivo gioco e recupera tanti palloni che puntualmente fornisce agli attaccanti

Calaiò 6 mezzo: lotta su tutti i palloni , ripiega e distribuisce palloni invitanti. Segna su rigore il terzo gol

Scavone 6 mezzo: qualche imprecisione all' inizio, ma col passare dei minuti gioca con sicurezza sia nei ripiegamenti che in interdizione

Di Gaudio 7: salta con regolarità l' avversario di turno, ed effettua tanti tiri verso la porta. Dal 61° Baraye: 6 mezzo , si procura il rigore per il tre a zero


La partita perfetta
Vincere e convincere allora si può?
D'Aversa da retta ai tifosi e cambia il 4 3 3
Una vittoria di chi lo ha sempre criticato!
Ora avanti così, anche se non tutte saranno il Foggia!

Bymanso - La partita perfetta! Era ora che il Parma dimostrasse che non è quella squadraccia che avevamo tutti visto nelle precedenti 10 partite (i dieci minuti con l'Entella erano davvero poca cosa rispetto al resto).
Una vittoria davvero importante, perchè restituisce la consapevolezza a tutto l'ambiente che se si gioca bene, si vince e si convince.

Per ottenere questa partita perfetta che speriamo davvero che possa rappresentare una metamorfosi e un cambio di rotta, è bastato che D'Aversa seguisse i “suggerimenti” dei tanti tifosi e di qualche rappresentante dei media (uno e mezzo!!!), che volevano fosse riposto nell' angolo più buio della sua cantina, quell' asfittico e inutile 4 3 3 che lo stesso Mister ci ha proposto per nove partite.

Quel 4 3 3 era davvero indifendibile e solo gli ottusi, i media prezzolati e le truppe cammellate “assoldate” per postare inefficaci difese sui Social, potevano sostenere che D'Aversa aveva ragione ad insistere in quella direzione.

Eh cari miei, la partita perfetta ha dimostrato che voi e il Mister avevate torto su tutta la linea e che noi e la maggioranza dei tifosi avevano ragione!

Già dalla partita con l'Entella era cambiato tutto in attacco, ma caso strano nessuno “dei suoi amici” se ne era accorto, perchè era palese che raccontando del cambiamento si doveva dar ragione alle critiche che erano piovute sul Mister dall'inizio del campionato.

Ora però sarà difficile se non impossibile poter nascondere che l'assetto è cambiato.
Ora però sarà difficile se non impossibile poter nascondere che i tre attaccanti non stanno più a trenta metri l'uno dall'altro (Insigne era libero di andare a dar manforte a Calaiò per tutto il fronte d'attacco)
Ora però sarà difficile se non impossibile poter nascondere che Dezi non è un regista e che Scozzarella invece lo è!
Ora però sarà difficile se non impossibile poter nascondere che se la squadra sta corta e compatta, può ripartire in velocità solo se c'è una manovra corale (uno due e vai) degli attaccanti
Ora però sarà difficile se non impossibile poter nascondere che i giocatori non sono dei brocchi se messi in condizione di giocare per le loro caratteristiche e nei loro ruoli
Ora però sarà difficile se non impossibile poter nascondere che D'Aversa aveva sbagliato tutto.

Noi queste cose le avevamo proprio dette tutte e quindi oltre che per lo spettacolo che ci è stato offerto, siamo davvero contenti perchè siamo consapevoli che le critiche a lungo andare hanno il loro scontato effetto.

Non siamo a conoscenza del perchè Mister D' Aversa ha cambiato, e proprio non ci interessa andare a sindacarne il motivo (meglio tardi che mai), quello che ci interessa è che questo Parma giochi e convinca, perchè se si vogliono avere speranze di lottare per i primi posti, questo è alla base del Calcio con C maiuscola.

“L'importante è vincere, il gioco non conta”: Chi lo sostiene o lo ha sostenuto anche con i titoloni, lo fa “per cavoli tutti suoi”; cavoli loro, che su queste pagine abbiamo già approfondito in mille modi. E si, problemi davvero loro, e problemi che mettono in discussione quella poca credibilità che gli era rimasta.

Tornando al Parma: dobbiamo continuare su questa strada e anche se non sarà facile ripetere la “Partita perfetta”, sappiamo che il vento è cambiato e soprattutto sappiamo che abbiamo una squadra e una rosa all'altezza della Serie B.

Ora avanti così! E anche se non tutte le squadre giocheranno male come il Foggia di ieri, credo che stia al Parma, mettere gli avversari in condizione di non capirci un emerito cacchio, perchè se è vero che il Foggia ha fatto tanto ma tanto schifo, è altrettanto vero, che il Parma con il suo assetto tattico lo ha messo in condizione di non capirci proprio un emerito tubo!

A D'Aversa, consigliamo di andarsi a risentire le dichiarazioni in cui parlava del suo Parma raccontando di un bel gioco. Finito di risentirsi, ci faccia il piacere di riguardarsi questo Foggia Parma, magari capisce il perchè gli son piovute addosso  tante critiche condite da tanta rabbia!

Giocare e convincere per arrivare a vincere, questo ha detto tutta la Parma dei tifosi a D'Aversa! Poi si può anche perdere, perchè la sfiga nel calcio è sempre dietro all'angolo, ma se hai giocato e convinto, nessuno ti può dire niente!

Avrà davvero capito il Mister? Lo vedremo presto!
Torna ai contenuti | Torna al menu