Vai ai contenuti

Menu principale:

Pagelle e commento

.

Parma Novara 3-0
Le pagelle di Giuliano Bottoli

Frattali 6 mezzo: nel primo tempo è salvato dal palo su calcio di punizione dal limite e nei minuti finali della gara para un rigore calciato da Sansone

Gazzola 6: è titubante nei primi minuti, poi prende sicurezza e gioca senza nessuna sbavatura nella fase difensiva. Si è visto poche volte in avanti ma quelle poche son state proficue e si concede anche una conclusione fuori dallo specchio della porta

Gagliolo 6 mezzo: dalla sua fascia non si passa; suo il gol del vantaggio con una deviazione sotto porta da calcio di punizione di Scozzarella

Scozzarella 6 mezzo: buona prova in regia del gioco. Spara sul portiere una buona occasione nel primo tempo ed è sua il cross su punizione in occasione del gol del vantaggio che permette alla squadra di giocare con maggiore sicurezza

Iacoponi 6 mezzo: sicuro negli anticipi e nei recuperi; spreca una buona occasione sotto porta

Lucarelli 6 mezzo: dal suo rientro anche i compagni ne traggano beneficio; vince il duello, anche, fisico con Maniero

Siligardi 6: rientra dal primo minuto e si fa trovare pronto e in condizione; lotta su tutti i palloni , e aiuta la difesa quando quando il gioco lo richiedeva; un paio di assist per i compagni non precisi. Dal 61° Insigne 6: si muove bene e fraseggia con buona velocità: è impreciso in un paio di  conclusione.

Munari 6: buona prova sia in fase interdizione che in costruzione del gioco. Dal 80° Vacca s.v.: si vede dotato di buona tecnica

Calaiò 6 mezzo: parte sbagliando quattro palle, ma poi si riscatta con qualche buona giocata. Mette in cassaforte il risultato recuperando un pallone in area e costringendo il difensore al fallo da rigore che poi trasforma. Dal 71° Ceravolo 6: gioca pochi minuti per acquisire minutaggio e si concede anche qualche finezza: gol di Scavone

Scavone 7: grande prova coronata con un gol di testa ottenuto incuneandosi nella difesa su cross dal fondo

Di Gaudio 6: discreta prova ma aspettiamo un po' più di freddezza sotto porta!

Il Parma segna, vince e in parte convince!
Fuori Mazzocchi, Dezi e Insigne e il Parma cambia registro!
Il rientro del Capitano da sicurezza!
Scozzarella rigenerato? Non era mai scoppiato!
Fortuna: Il palo di Cremona e il palo del Tardini!

Bymanso: Non è stata certamente la partita perfetta, se pensiamo che il Novara ha colpito un palo e sbagliato un rigore, ma se consideriamo quello che abbiamo visto da cinque partite a questa parte, ci possiamo davvero ben accontentare ed inoltre possiamo anche ritenerci soddisfatti del gioco espresso contro il Novara che non è propriamente una squdra scarsa.

D'Aversa ha inserito l'esperto Gazzola al posto del giovane Mazzocchi, ha tolto Dezi inserendo Scavone e ha cambiato anche in avanti, facendo giocare “tanta” partita al redivivo Siligardi. Con queste tre mosse ha dato un senso compiuto alla squadra che è apparsa molto più sicura di se stessa.

Squadra sicuramente più sicura, ma non possiamo dimenticare che l'opera sicurezza è stata completata anche dal rientro del Capitano.

Un po' di fortuna non è mancata all'inizio della partita, ma sappiamo che nel calcio la fortuna conta. Eccome se conta e l'esempio lo abbiamo avuto proprio nelle ultime due partite: a Cremona un palo ci ha condannati e ieri con il Novara, quello opposto ci ha salvati!
E si, son proprio questi episodi che portano il mondo del calcio a far uso in modo smisurato della scaramanzia e chi lo nega, mente sapende di mentire!

Detto della sicurezza e della fortuna, non possiamo esimerci dall' analizzare come i cambi di cui sopra, hanno permesso a questo Parma di segnare, vincere e anche, almeno in parte, di convincere.

Scavone è stato insieme a Scozzarella il migliore in campo e questo la dice lunga se non dimentichiamo quanto è stato deludente Dezi nelle cinque partite in cui era stato impiegato da titolare (a Terni ha sostituito l'infortunato Munari al 10°).
D' Aversa lo aveva relegato in panchina nelle partite precedenti a quella con la Ternana, e il Parma, nonostante non avesse mai convinto, almeno aveva fatto punti.
Il suo rientro con la Ternana ha coinciso con la crisi di risultati, che ha portato soli tre punti in cinque giornate! Sarà un caso?
No, non è un caso, perchè se uno o due fatti posson essere coincidenze, cinque fatti (leggi partite) son ben più di una prova!
Purtroppo per il Parma, l'acquisto che ci avrebbe dovuto far fare il salto di qualità più importante a centrocampo, si è dimostrato evanescente e inconcludente. Non ripeto per pudore, come lo apostrofano al Tardini, ma comunque per dovere di cronaca, voglio darvi un suggerimento: C'entrano le pocce!

Mazzocchi è un laterale basso (invenzione di D'Aversa) che in Serie B fa più che fatica, perchè in fase difensiva è sempre un pericolo costante per i compagni. Marcare o non farsi saltare son comportamenti che per ora non gli appartengono e se ci mettiamo che anche i piedi non trasmettono troppa qualità, chiudiamo il cerchio.
Avrei capito il suo impiego se il Parma giocasse con le sovrapposizioni dei terzini, ma siccome questo semplice gioco non c'è “da mai”, la pregevole velocità di cui è dotato, non è servita a far azioni degne di nota.
Gazzola ha dato sicurezza in fase difensiva e quando è salito ha fatto quattro o cinque cross in area che sono più di quelli effettuati da Mazzocchi in tutte le partite fin qui disputate.
E si, altra cosa!

Siligardi ha sostituito Insigne dimostrando, finalmente, che può rappresentare un'alternativa valida allo stesso Insigne, ma anche di altri attaccanti.
Insigne con squadre chiuse ha quasi sempre deluso, mentre ci ha dimostrato che quando può agire negli spazi è una vera e propria ira di Dio; Siligardi, ieri, è riuscito in molte azioni a giocare con e per la squadra e questo ha fatto sicuramente un po' di differenza. Se quelle due volte che è entrato pericolosamente in area, fosse riuscito a concludere o a finalizzare un degno passaggio ad un compagno, saremmo qui ad osannare la sua prova!
Lo si aspettava, e con il Novara, ha cominciato ad arrivare!

Un plauso va a Scozzarella che “liberato” dagli impegni difensivi a cui lo obbligava la presenza nel centrocampo di Dezi, è ritornato in un attimo il giocatore che tutti abbiamo imparato a conoscere in questi due campionati. I “difensori” di D' Aversa delle ultime 5 partite ce lo spacciavano come scoppiato, ma a quanto pare, avevamo ragione noi a dire che il problema stava proprio nella presenza di Dezi!
Il sonoro 3-0 al Novara deve essere un punto di partenza e guai a chi torna indietro!

Stasera “Calcioducale al Dada”sul Canale 210 del Digitale Terrestre

Torna ai contenuti | Torna al menu