Vai ai contenuti

Menu principale:

Archivio > Bymanso Lega Pro

Questo sito ha la supponenza di voler dare voce ai tifosi e siamo sicuri che con la loro parola unita alla nostra, si potrà  raccontare tutto il raccontabile.

La Proprietà si riappropria del Parma
Grazie Grazie Grazie +1 ai magnifici 7 !!
Calcio etico? Se sta bhe!!
Tirapiedi e giornalisti, adesa basta!!
I risvolti dell'esonero e il piano B
Il Ds Marino suggerito da Milano
L' assetto Societario e i voti!!


Bymanso - Grazie Grazie Grazie + 1 !!!  E si, ci vogliono tutti questi 4 ringraziamenti per la Proprietà! E ci vogliono ancor di più dopo aver letto il comunicato dei 3+1.  Davvero incredibile quello che ha scritto il trio in un paio di righe!  Ma da bo, lor signori speravano di poter portare avanti il loro "calcio diverso" facendo incazzare una intera città? Dai su, smettiamo di raccontarcela e diamo al Parma quello che è del Parma! I 3+1, hanno fatto solo danni, e il loro "calcio diverso" è stato  diverso per forza di causa maggiore. Chilor in conoson niso e quindi jan ciapé del grosi inculedi, calcisticamente parlando. Calcio etico? Se sta bhe!! Sbaglio o lo scorso anno in diretta TV un calciatore che ha super deluso, ha dichiarato di aver un contratto per due anni? E no, non sbaglio! Candido il ragazzo! Peccato che nei dilettanti il contratto pluriennale non esista. Peccato che per fare queste cose bisogna per forza aggirare i regolamenti con scritture private. Potrei andare avanti per ore ad elencare le magagne di questo loro "calcio diverso", ma voglio limitarmi a dire che a me e ad altri 10.000 le andé su per na brega, lu e al biologico di fantozziana calcistica memoria! Le loro conferenze stampa, oltre ad offendere migliaia di occhi gialloblu, ci hanno sempre lasciato con un palmo di naso, perchè era palese che ci stessero prendendo tutti in giro. Il cordone sanitario  costruito dai "loro" giornalisti, e protetto dai loro "tifosi tirapiedi", era talmente sfacciato, che era anche impossibile per chiunque anche solo sfiorarlo.  Noi, nel nostro piccolo abbiamo cercato di sfancularlo, 'sto benedetto cordone, e forse ci siam anche riusciti. Mesi e mesi, a raccontare tutto quello che non andava, ha avuto il suo culmine domenica scorsa con l'editoriale - commento della partita con il Padova. 5850 click, non sono poca cosa, specialmente se poi i commenti sui Social, ti rendono giustizia e conforto. Si, conforto, e anche soddisfazione, visto che si è aperta una importante breccia in cui la Proprietà si è infilata a bomba per riappropriarsi del Parma.

L'esproprio, non proprio proletario, è stato stoppato! L'esproprio è fallito proprio come son falliti gli sforzi mediatici dei soliti noti di mettere a tacere la "marcia sonora" dei diecimila fischi del Tardini.
Incredibile ma vero, ma è successo che ancora una volta i media di Parma son arrivati ultimi! Le lezioni del passato non sono servite a nulla? Rispondete voi, che  a me scappa da ridere!
La Gazza ieri, ha fatto un'analisi che questo modesto e povero sito faceva da ormai dieci o più partite, e il segnale seppur seminascosto è arrivato a noi, forte e chiaro.
Bhe certo, la Gazza dice che forse avevano ragione i tifosi criticoni e che loro si erano accorti che tante cose non andavano. Aggiunge che il Parma ha fatto schifo per tantissime partite; ma non lo dicevano nell'analisi, perchè speravano che le cose migliorassero con il tempo. Bell'analisi, davvero! E ghe da fideres ed chilor? Se sta bhe!
Volete sapere la verità? Se da adesso fosse vietata la sala stampa a chi era fisso sul carro e in casa dei 3+1, a Collecchio ci andremmo davvero in pochi! Du o tri al masim!!

I retroscena degli esoneri son ben chiari ormai. La proprietà, ha cercato di spezzare il filo che legava i 3+1 eliminando il +1 (Apolloni), ed è stata poi a guardare cosa succedeva avendo però sottomano il piano B. "Il duo piadina" (Galassi e Minotti) non c'è stato a licenziare il loro fido e purtroppo per lui, "usato" +1, e perciò la Proprietà ha lasciato a casa anche loro. Il rischio era calcolato, visto che era già stato contattato un famoso DS (piano B). Che Scala si dimettesse per solidarietà come aveva dichiarato in quella famosa e dannosa (per loro) conferenza stampa, era un altro rischio che più che calcolato era sperato.

Tre esonerati e uno dimissionato!
Piazza pulita di un' anomalia calcistica senza precedent nella storia del calcio italiano.
Finito un incubo per tutti coloro che hanno il cuore gialloblu.
Esperimento mediatico, la loro assunzione, che se è servito per dare linfa vitale al cadavere del Parma in Serie D, e che poi, quando servivano le capacità, è  miseramente fallito in Lega Pro.

Il Parma ha finito di essere il misero (sigh) orticello biologico di 3 resuscitati + uno; e così, accompagnato dalla nostra infinita goduria, finalmente rinasce come Società di calcio. Tutti uniti ora, per remare nella direzione che la Società ci ha indicato e che può davvero portare alla Serie B. Il processo "B sicura", non può vivere di se e di  ma; quel che è stato è stato e quindi non rimane che rispolverare il grandissimo cuore crociato che batte dentro di noi, per un futuro che vedo pieno di consacrata speranza. La Proprietà ha si sbaglato con i 3+1, ma credo, visto l'epilogo, che non si aspettassero davvero un simile comportamento dalle 3 icone del passato che fu. Bene han fatto a cacciarli, bene han fatto a rimediare l'errore in tempi volendo anche brevi , e bene faranno a considerare il principio che il pubblico è sacro come lo è la maglia crociata. A volte è meglio una buona "taciuta" che una "parlata" a vanvera. Il tempo degli allocchi è finito,  ora  è il tempo del web!!  

Il Parma la proprietà se lo è ripreso, per lei, per noi tifosi e per la città tutta, e quindi arrivano le novità.

Non è impossibile immaginare che tutto quello successo ieri sera sia figlio del piano di investimento che la Proprietà ha preordinato per il  Parma già da Gennaio.

I 4 punti che ci separano dalla vetta son davvero pochi, e con  un investimento adeguato e neanche troppo oneroso, si può allestire, con uno DS e un Mister che ne sanno, davvero una buona squadra.
Perchè siamo sicuri dell'investimento? Le scelte logiche e non semantiche della proprietà, erano a nostro avviso solo tre e sono saltate fuori lunedì sera a casa Pizzarotti:  
1. Continuare con i 3+1 senza cacciare un euro, avendo però la certezza, di non salire in B e facendo così incazzare una città intera
2. Confermare i 3+1 contro tutto e tutti e dargli in mano un bel gruzzolo per rinforzare la squadra, in modo da tentare di andare in Serie B
3. Liberarsi dei 3+1 e investire un bel gruzzolo con un DS introdotto nel sistema calcio e con un allenatore che  ne sa, per tentare l'immediata salita in B

Voi che avreste scelto? Bhe dai su, non ci sono dubbi. E se non ci sono ne per voi e ne per noi, che non dobbiamo tirare fuori una lira, immaginate quante motivazioni hanno avuto in proprietà, che gli euro li tiran fuori tutti. Mica son quelli del monopoli ve!

Ultima news e poi chiudo, sembra che una vocina proveniente da Milano, abbia "aiutato" il piano B della proprietà indicando in Marino il nuovo DS. Galliani-Barilla? Questa news la diamo 1 a 0,1!!

Dai, adesso finisco veramente, ma non prima di dettarvi il nuovo organico Societario con i voti di gradimento:

Presidente - Ferrari (voto 10 con lode per averci salvato, per l'amore al Parma e per esser tornato sui suoi passi con i 3+1)

Vice Presidente - Pizzarotti Junior (voto 10, con la speranza che completi l'innamoramento il prossimo campionato)

DS - Pier Paolo Marino (voto 10, uno dei numeri uno per conoscenza e per .... ecc ecc ecc)

Mister
- Delio Rossi o Reja (voto 20, da dividere per due, entrami dei lussi per la Lega Pro e soprattutto con giocatori di Serie B che li stimano e che potrebbero seguirli)

In chiusura un doveroso pensiero ai 3+1 che non stati in grado di uscire dal Parma da gran signori. La classe non è acqua, e loro nel pestare mediatico son stati in questa occasione come in altre, davvero dei mostri di stile. Bene bravi, ma niente bis!! Il manso e Calcioducale.it perciò vi salutano con lo stesso spirito con cui voi ci augurate tante belle cose (am son toché). E se anche siam stati  in 10.000 un po' isterici, vi auguriamo di cuore (rigorosamente crociato) di dimenticare l'infausto e rancoroso comunicato con cui ci avete lasciato. Noi però vi ricorderemo sempre. Cancellare quello che avete fatto in campo per il Parma nei tempi e trionfi passati non era facile, ma voi con questi sei mesi e con questo comunicato ci siete riusciti davvero tanto bene. Con un po' di rancore per l'anno e mezzo che il Parma vi pagherà e con  una gioiosa isteria, anche se non vi pago io, comunque non vi ringrazio, Manso!

Ps Preghiera Proprietà: lasciate liberi i giornalisti della Gazza di scrivere quello che pensano (qualcuno bravo che pensa con la sua testa c'è); ne guadagnerebbe la stessa Gazza (più copie vendute) e ne guadagnerebbe lo stesso Parma Calcio. La critica è sempre costruttiva e serve anche a suonare la carica ai giocatori. Coccolare degli scarponi  o dei tesserati inetti, sempre e comunque, alla corta è un problema, e alla lunga è un dramma (vedi ora). Finito o magari nemmeno iniziato il quieto vivere, poi ci son 5.000 click e i post sul web che gli ricordano qual'è la realtà. Brutto risveglio ve! Meditate Proprietà, meditate!

Comunicato 3+1

"Desideriamo esprimere alcune considerazioni in merito al nostro esonero avvenuto oggi e alle conseguenti dimissioni del presidente del Parma calcio 1913. Accettiamo la decisione che ci riguarda e ci sentiamo responsabili per non essere riusciti a rispondere alle aspettative della proprietà. Non è mai mancata la passione, l’impegno e la volontà: siamo profondamente dispiaciuti ma al contempo sereni per aver svolto il nostro lavoro con professionalità, onestà e dedizione. Siamo tuttavia sorpresi di questa decisione perché avevamo la certezza di un progetto che si nutriva di logiche differenti da quelle dei risultati, dei social e dell’apparire. Avevamo sposato l’idea e i valori di una società che aveva dichiarato e si era impegnata pubblicamente a interpretare il proprio ruolo per “un calcio diverso”, etico ed espressione della rinascita sportiva di una città, ma prendiamo atto di questo nuovo inaspettato atteggiamento. Vogliamo ribadire il nostro amore per questa città e per i suoi tifosi: siamo stati sostenuti da una curva fantastica e ci sentiamo legati in modo indissolubile a questa squadra e a questa maglia. Auguriamo al Parma di ritornare al più presto ai massimi livelli del calcio italiano. Un abbraccio ed un “in bocca al lupo” a tutti i nostri calciatori e a tutti i collaboratori con i quali abbiamo condiviso la nostra esperienza a Parma". Firmato dai 3+1


Da leggere - Espropriata la Proprietà!


Torna ai contenuti | Torna al menu