Vai ai contenuti

Menu principale:

Archivio > Bymanso Lega Pro > Pagelle-Commento Lega Pro


Parma - Padova 1-4
Quattordicesima di campionato

Le pagelle di Giuliano Bottoli

Zommers 4 mezzo: l' uscita non è il suo forte e si vede; ne sbaglia due e subiamo due gol. Peggio era difficile fare .
Canini 4 mezzo: sempre in difficoltà quando viene puntato. Fuori posizione in alcune occasione e colpevole in occasione di un gol .
Saporetti 5: partito bene si spegne subito. Insicuro nella fase difensiva e negli appoggi .
Corapi 5 mezzo: si da fare con continuità per cucire qualcosa di buono in fase offensiva senza però  creare grossi problemi. Almeno avrà imparato che giocando male si può perdere.
Lucarelli 5: Tenta con l' esperienza di aiutare i compagni di reparto senza riuscirci. Giornata molto negativa .
Nocciolini 5: nella prima parte tocca molti palloni senza creare problemi , ma poi sparisce completamente nel secondo tempo .
Giorgino 5: insufficiente la fase difensiva; recupera pochi palloni e non crea problemi in fase offensiva. Dal 46° Miglietta 5: non riesce a cambiare il non gioco della prima parte ed è sempre fuori posizione in fase difensiva.
Evacuo 4 mezzo: mai pericoloso, non gli riesce nessuna sponda per i compagni e non fa un tiro in porta. Dal 75° Guazzo: un quarto d' ora di gioco senza nessun sussulto.
Calaiò 6: merita la sufficienza solo per il gol segnato su l' unico errore dei difensori ospiti.
Nunzella 5: qualche cross di buona fattura , ma tanti errori sia negli appoggi che nella fase difensiva .
Simonetti 5 mezzo: partito bene, sua la prima azione pericolosa, si spegne assieme ai compagni. Dal 60° Mazzocchi 5: non gli riesce nessuna azione pericolosa , anche se ci prova con conclusioni molto imprecise


Il Commento
Dai 4 Moschietteri alla Triade Malefica +1
3+1 contro 10.000 fischi
Se erano stati tagliati fuori dal calcio , ci sarà pur stato un motivo!
Le capacità non contano per giocare
Il peggio a fine partita, dichiarazioni da incubo!!
Se noi siamo isterici, voi cosa siete?
La proprietà non può tirarsi fuori dallo scempio
Culovic non pervenuto! Finito Culovic finiti punti!!

Bymanso - Parlare di questa partita, per noi, diventa facile, sia che si voglia prendere in considerazione il lato tecnico che quello tattico. La voglia sarebbe quella di linkare i precedenti commenti lasciandovi così con la convinzione che tutto era già scritto. Bhe, è vero, tutto era già scritto o quasi. Il già  riguarda la totale  confusione tattica in cui giostra questa squadra, che a lungo andare ha dimostrato che con i colpi dei singoli non si è una compagine. L'amalgama, la si raggiunge con le testa e con le caratteristiche dei giocatori. E' indubbio che la testa ce la mettono, poichè l'impegno dei singoli non è certamente in discussione. E' però anche vero, che questi stessi singoli dopo cinque mesi hanno dimostrato, che hanno caratteristiche che con l'amalgama c'entrano come il peperoncino negli anolini. Una bestemmia!!
Eravamo convinti che la pochezza dell'amalgama e di conseguenza del gioco, avesse convinto i tre Moschettieri più uno,  a cercare la quadra facendo giocare Nocciolini seconda punta e infoltendo il centrocampo,  per evitare la costante superiorità degli avversari. Avversari che una volta conquistata palla nella loro metà campo, riescono, sempre e comunque a creare azioni super pericolose. Il coltello con la lama incandescente che affonda nel burro, è l'esempio che più calza a questa situazione. Ieri però, la triade malefica + 1 (ex Moschettieri), ha pensato bene di fare la sbruffonata contro la squadra più in forma del
momento e c'è rimasta dentro  con scarpe e calzetti. Una vergogna! Una lezione di tattica e di gioco in ogni parte del campo che non ha precedenti in questa nuova e breve storia del  Parma. Che questi 3+1 siano diventati ormai una macchietta, lo sappiamo in diecimila, e ieri, a fine partita glie lo abbiamo anche detto! I fischi "preventivi" arrivati dopo una vittoria, hanno ora un significato inequivocabile: 10.000 persone a Parma capiscono di calcio! Peccato che però ne bastino 3+1, per mandare a mare (rigorosamente romagnolo) tutta la sapienza che, caso più unico che raro in italia, arriva da un pubblico storicamente competente e per questo esigente! Evacuo che nella partitella di giovedì sembra un ex giocatore, è stato mandato in campo dopo il chiarimento avuto con il Presidente Scala a fine proprio di quel brutto esempio d'allenamento. Bell'esempio e bel messaggio allo spogliatoio! Cosa pensano Baraye e Melandri è di facile intuizione. Si, facile è facile. Quando una squadra si rende conto che il Mister conta come il due coppe con sotto bastoni, la squadra non c'è più! Se poi, quando sei sotto (fine primo tempo), per rimontare mandi  in campo Miglietta e Guazzo, allora dichiari apertamente allo spogliatoio che le qualità non contano  per giocare nel Parma. Contano le amicizie,i procuratori e il mercato. Il risultato, la Società e il pubblico non contano un emerito cazzo! Miglietta e Guazzo debbono fare presenze per poterli cacciare a gennaio, e per questo, i 3+1, non si fanno scrupolo di mandarli in campo a discapito del risultato e delle opinioni del Tardini. E si, cosa pensano Baraye e Melandri è proprio di facile intuizione!   
Lo schifo però, non deriva dalla sola partita, perchè le dichiarazioni in sala stampa son state anche peggio. Una presa per i fondelli totale! Una vergogna mediatica! Uno scarico di responsabilità sui giocatori e su tutto il resto del mondo, che ad un certo punto più che rabbia ha destato pietà! Si ian fat pietè! Se hanno visto cose buone da questa partita e soprattutto se non hanno chiesto scusa ai tifosi e ai loro stessi giocatori, due dei 3+1, vuol dire che sono da ricovero calcistico. Vuol dire che debbono tornare da dove sono venuti. Vuol dire che se il calcio li aveva messi da parte, il calcio aveva ragione. Tutte le loro incapacità sono emerse e ripeto, se li avevano fatti fuori dal calcio che conta, ora sappiamo il perchè. Apolloni, cominciata la carriera in B, era stato messo da parte ed era stato riesumato dal Lentigione in D. Galassi era stato chiamato come esperto della Serie D, mentre era un disoccupato ex San Marino! Minotti, aveva fatto tanto bene da DS a Cesena, che aveva trovato posto a Sky, in quello che è diventato il cimitero degli inutili ex campioni. Scala che aveva attaccato il fischietto al chiodo ormai da tanti anni, ha dimostrato che con il calcio moderno non c'entra proprio nulla. E scusate, ma non c'entra nulla neanche come garanzia di  noi tifosi. Scala è una garanzia solo per se stesso e per i suoi 3 amici. Tutti per uno uno per tutti! Altro che tifosi isterici o tifosi gufi! Gli isterici erano quelli che avevano preventivamente ragione, e i gufi si son trasformati in aquile, tanto hanno visto lontano. E voi 3+1 cosa siete? Per ora siete non  competenti alla Lega Pro e in futuro non è difficile prevedere che sarete un pochino di nulla che andrà a coprire qualche ruolo a cui appunto serve solo il nulla!
Il ricatto che avete propinato alla proprietà in quella che è ormai "la famosa conferenza stampa", con noi tifosi non passa e ieri ne avete avuto una testimonianza. Se la Proprietà, pensa che i parmigiani siano degli allocchi, allora pensa male. Se questi 3+1 possono fare il bello e il cattivo tempo con il "nostro Parma", la colpa alla fine ricade su chi li ha investiti di tanto potere. La proprietà non si comporterebbe così, se il Parma fosse un' azienda  che opera sul mercato. Dobbiamo immaginare cosa succederebbe se il consiglio di amministrazione di questa azienda si mettesse contro tutti i consumatori?  Bhe, il cacciarli sarebbe il minimo, perchè se voleste il massimo, potreste anche chiedere loro i danni!
Riesumare questi personaggi del Parma che fu, mediaticamente è stata una gran mossa. La città li ha accettati e ha confidato in loro per riacquistare quella fiducia che era indispensabile per la rinascita. Bene, per questo, che è un lavoro profumatamente pagato, li ringraziamo e ne siam loro grati. Ora come ora, però, è venuta a galla tutta la loro insipienza calcistica e se il Calcio che conta li aveva cancellati o emarginati è chiaro che ne aveva motivo.
La proprietà deve per forza riprendersi il Parma, prima che venga intaccata anche la sua-loro verginità. I tempi ormai son maturi, e, un richiamo all'ordine e  un richiamo all'umiltà, sono appunto richiami che se non servono più, visto che il giocattolo si è rotto (10.000 fischi), possono comunque rimediare temporaneamente al disastro combinato fin qui! Si, cara proprietà, se un tuo dipendente tratta da isterici e da idioti tutta un'intera città, tu non puoi tirartene fuori. Tu sei responsabile anche più di loro! Miga agh iò mis mi,ve!


PS manso: nelle pagelle di Bottoli, per una sua grave disattenzione, manca il voto a Culovic. Il giocatore che tanto aveva fatto bene e che era risultato  il migliore in campo fino alla partita con il Gubbio, già a Macerata aveva dimostrato un calo, facendosi vedere solo nella fase difensiva. Ieri, il calo è stato ancor più clamoroso, e dopo aver contribuito al gol del Parma e all'occasione capitata a Nocciolini nei minuti successivi, è sparito letteralmente dal campo. Culovic, è, come si è visto, indispensabile per questa squadra e per il suo gioco, urge quindi farlo rifiatare in settimana per averlo pronto e fresco sabato prossimo. E che nessuno si sogni di metterlo sul mercato. Ricordate? Finito Culovic, finiti punti!!

RISULTATI - CLASSIFICA


Torna ai contenuti | Torna al menu