Vai ai contenuti

Menu principale:

Archivio > Bymanso Lega Pro > Pagelle-Commento Lega Pro

Reggiana - Parma 0-2
Diciannovesima di campionato
Le pagelle di Giuliano Bottoli

Zommers 6 mezzo: primo tempo con interventi di normale amministrazione , secondo con una incertezza in uscita e due buonissime parate.

Benassi 5 mezzo
: al rientro parte con timore e commette troppi falli, che lo portano all' ammonizione. Con il passare dei minuti acquisisce sicurezza e personalità; viene sostituito per problemi muscolari (dal 86° Ricci S.V.) .

Nunzella 6 mezzo
: sicuramente la sua migliore prestazione.

Saporetti 6 mezzo
: con il capitano fermano ogni tentativo degli atttaccanti reggiani. Insuperabile nel gioco aereo e preciso negli appoggi .

Lucarelli 7
: partita gagliarda  e giocata con personalità; da sicurezza ai compagni; viene sostituito per crampi. Dal 62° Messina 6: positivo rientro senza sbavature e difende con sicurezza.

Corapi 7
: davanti alla difesa risolve alcune situazioni pericolose e da ordine al centrocampo. Sicuro nelle chiusure e negli appoggi è sempre nella posizione corretta

Mazzocchi 7
: partita di spessore con spunti in velocità sulla fascia che mettono in difficoltà i difensori reggiani. Si prodiga nella fase difensiva. Partita da incorniciare .

Giorgino 6 mezzo
, gioca più avanti del solito; in una delle sue incursioni in avanti segna il  primo gol; recupera, come sempre, alcuni palloni importanti. Viene sostituito per infortunio . Dal 52° Simonetti 6: si mette a disposizione della squadra e svolge il compito con sicurezza.

Calaiò 6 mezzo
: compie un lavoro importante con continui ripieghi in aiuto ai centrocampisti; è suo il "passaggio" a Giorgino per il gol del vantaggio .

Scavone 6
: cerca di dare ordine nella impostazione gel gioco offensivo  con qualche pausa che arriva alla distanza .

Baraye 7 mezzo
: il migliore in campo in senso assoluto. Un gol di pregevole fattura, uno sfiorato di poco con un tiro a rientrare. In pratica era dappertutto! UOMO DERBY!!


Il Commento
Che goduta! Per una sera, tutti eroi
La Reggiana come il Parma di Apolloni!
Ora però, sotto con i rinforzi!
D'Aversa non gioca da sborone!


Bymanso - Bhe, la goduta è stata immensa, ne più ne meno però, di quella provata da tutti coloro che crescono accarezzando con il palato gli anolini. I tortellini? Parenti poveri! Parenti poveri come parenti poveri sono stati i giocatori della Reggiana nel derby di ieri sera.

Da tifoso parmigiano di lunghissimo corso, potrei pensare solo a godermi il momento , ma da addetto ai lavori, non posso dimenticare che ieri sera tutto è girato per il verso giusto. Dal "sacrificio" di tutti i giocatori (encomiabile il loro impegno); dalla fortuna su alcune conclusioni dei reggiani; e soprattutto dal harakiri fatto dalla Reggiana e dal suo mister.

Il Parma non è squadra competitiva, anche se ieri sera, per la prima volta in questo campionato, ha giocato e sofferto da squadra. Il derby ha dimostrato, se ce n'era bisogno, che per competere per la vittoria finale, occorrono almeno 4 nuovi titolari di qualità.

Non è un tempo dove tutto gira per il verso giusto, che può far cambiare l'opinione maturata in sei mesi. Chi si fa prendere dal sentimento, poi giudica la partita e i giocatori senza quell'obbiettività che occorre per una sana disamina.

Il Parma ha vinto, ma non è vero, come ha detto il Mister in Tv, che ha meritato la vittoria per il maggior numero di occasioni. Di dichiarazioni così, abbiamo piena la speciale bacheca a cui ci han costretto i 3+1. E se non facevamo sconti a loro, non facciamo sconti nemmeno a D'Aversa.

Onestà calcistica vorrebbe che si dicesse che nel primo tempo abbiamo costruito due contropiedi ben orchestrati che poi abbiamo amministrato davvero in un modo sontuoso. Merito esclusivo del Parma o demerito della Reggiana? Di solito le cose stanno a metà, ma ieri sera la bilancia ha "segnato" la parte reggiana.

I cuginastri, dovevano fare la partita e non ne sono stati capaci, come non ne sono stati capaci per tutto il campionato. Se non possono giocare in contropiede, vanno in difficoltà; punto.

Il mister della Reggiana, proprio come dicono le teste quadre da inizio stagione, di calcio e di tattica ne capisce davvero poco; e per fortuna ha dato il meglio di se proprio nel derby.

Sappiamo bene tutti, che se ci attaccano sulle fasce andiamo perennemente in difficoltà, ma la Reggiana l'ha fatto solo per i dieci minuti iniziali del secondo tempo. Prima e dopo nulla!  

Mai un laterale puntato; mai una sovrapposizione sulle fasce e solo lanci in verticale a spiovere sul limite dell'area del Parma. In pratica, ne più ne meno di quello che faceva la squadra di Apolloni!

Un clone il mister della Reggiana che ci ha favorito in tutto e  per tutto, questo è vero, ma la vittoria è frutto anche del fato, e, come detto prima, non dobbiamo dimenticarcelo.

Giocare a Reggio per 30 minuti senza il mitico Capitano, senza Coly e senza Canini e non subire nessun gol, è cosa che se la ripetiamo 100 volte, non accade più. Il fato era con i Crociati e il rigore sacrosanto che l'arbitro non ha fischiato per i cuginastri, sta a  dimostrarlo.

Il Parma ha giocato con lo spirito della squadra che conosce i propri limiti, facendo di difetti virtù. Si è presentato con un 4 4 2 in fase di non possesso, che poi si trasformava in un 3 5 2 quando la palla era nei nostri piedi. la squadra è sempre rimasta cortissima, e questo ha facilitato la fase difensiva, poichè si sa, che se stringi gli spazi, accorci di  conseguenza i tempi di esecuzione degli avversari.

Niente 4 3 3 da sboroni e niente supponenza di strapotere. La squadra è stata umile e per questo è stata premiata. Ma ripeto, pensare che con questa squadra si vince il campionato è cosa che non ci sta. Non può bastare un tempo, per far cambiare il giudizio di sei mesi.

Il mister come abbiamo visto conta, e conta non poco. Finiti i lanci di Apolloni memoria, ora si gioca un po' di più a calcio,ma gli interpreti, son determinati e quindi non facciamoci prendere dal "tifo". Non molliamo la presa sulla Società che deve per forza provvedere agli errori dell'estate, cacciando un bel gruzzoletto  per rinforzare la difesa e il centrocampo.

Il derby è vinto, i ragazzi son stati degli eroi, e queste sono certezze, come è una certezza che se metti in un piatto anolini e cappelletti, i primi a finire son certamente gli anolini.

Buon Natale a tutti e non perdetevi mercoledì sera lo spogliarello che ha promesso la De Vincenzi nel nostro programma Calcioducale (canale 88)

RISULTATI - CLASSIFICA


Torna ai contenuti | Torna al menu